famiglia

È possibile in qualche modo accumulare un patrimonio sufficiente per smettere di lavorare?

A meno che non risparmi mangiando fagioli tutti i giorni e facendo una vita miserabile, in Italia è letteralmente impossibile.

Questo perché lo Stato, oltre a sottrarti dal lordo della tua busta paga una cifra consistente, non ti ridarà mai i soldi che hai versato di contributi.

Se vuoi accontentarti degli scarti che ti arrivano in busta paga ogni mese, dopo le varie trattenute che ti spettano … fai pure. Altrimenti, leggi qua sotto:

Per trasferirsi alle Canarie non è necessario nessun tipo di visto, autorizzazione e/o permesso.

Facendo parte dell’Unione Europea, le Canarie permettono di soggiornare senza limiti di tempo e senza alcun visto: l’unico documento necessario è la carta di identità valida per l’espatrio.

Con la carta di identità è possibile:

– affittare una casa

– aprire un conto corrente bancario

– iscrivere i figli a scuola

Altrettanto importante è la tessera sanitaria europea che dà diritto all’assistenza sanitaria statale in caso di permanenza temporanea in uno dei 28 Stati membri dell’UE alle stesse condizioni e allo stesso costo degli assistiti del paese in cui ci si trova.

Infine, in previsione di progetti di trasferimento della residenza, iscrizioni varie, richiesta documenti etc, è importante ottenere presso il proprio comune di residenza i seguenti documenti:

– certificato di matrimonio in versione internazionale

– certificato di nascita dei figli in versione internazionale

Per ottenere la residenza in una delle Isole Canarie, è necessaria una permanenza stabile, che significa che devi risiedere qui per la maggior parte dell’anno, ovvero almeno 183 giorni anche non consecutivi. Ti basterà quindi vivere sei mesi all’anno nelle Isole Canarie per godere di tutte le agevolazioni che ti spettano!

Requisiti generali per ottenere la residenza alle Canarie:

  • Domicilio (empadronamiento): Dimostrando di avere un contratto di affitto o l’atto di proprietà di un immobile, si può ottenere il certificato di Empadronamiento, che attesta la permanenza presso le isole Canarie e permette di richiedere la tessera sanitaria, di iscrivere i figli a scuola, di acquistare un’auto, etc.
  • Copertura sanitaria: Nel breve periodo, la copertura sanitaria è garantita dalla tessera sanitaria europea, che dà diritto all’assistenza sanitaria statale in caso di permanenza temporanea in uno dei 28 Stati membri dell’UE.

In caso di trasferimento della residenza alle Canarie, la copertura sanitaria italiana viene sostituita dalla Seguridad Social (che equivale alla nostra INPS) in presenza di due condizioni:

  • se si è in possesso di tutti i requisiti generali legati all’ottenimento della residenza stessa (domicilio etc.);
  • in qualità di lavoratore dipendente, attraverso il pagamento dei contributi pensionistici, tasse e copertura sanitaria da parte del datore di lavoro.
  • I.E. – Número de Identificación de Extranjeros

Simile al codice fiscale italiano, il N.I.E. è necessario per aprire un conto in banca, compilare atti pubblici, comperare auto o immobili etc…

Inizialmente, viene rilasciato un N.I.E. provvisorio, che in seguito all’ottenimento della residenza verrà sostituito da un documento definitivo.

Il N.I.E. definitivo può essere ottenuto anche avendo un contratto a tempo indeterminato.

Sappiamo bene che leggendo di tutti questi documenti e scartoffie burocratiche può sembrarti complesso ottenere la residenza alle Canarie. È per questo che esiste Vivere alle Canarie: per evitare a te e alla tua famiglia inutili procedure e mal di testa, e rendere il tuo trasferimento sull’isola il più semplice possibile!

Contatti